scelta
della lezione

selectio
scholae


Latinus in lineA

argomenti
della lezione

argumenta
scholae


PRESENTAZIONE DEL CORSO

scholae expositio

BENVENUTI
ave (atque vale)

PERSONAGGI
personae


LEZIONI 1-10
scholae 1-10

INDICE
index


FORUM
forum

TEST
quaestiones

DIZIONARIO
lexicon

LA BIBLIOTECA DI SEMPRONIO
bibliotheca Sempronii


LEZIONE QUINTA
schola quinta

POESIA
carmen

dalle Satire di Orazio...
NON CHIEDERE

Tu ne quaesieris (scire nefas) quem mihi, quem tibi
finem di dederint, Leuconoe, nec Babylonios
temptaris numeros. Ut melius quicquid erit pati,
seu pluris hiemes seu tribuit Iuppiter ultimam,
quae nunc oppositis debilitat pumicibus mare
Tyrrhenum. Sapias, vina liques et spatio brevi
spem longam reseces. Dum loquimur, fugerit invida
aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.

 


TRADUZIONE

Non chiedere, non è lecito saperlo, quale destino
abbiano concesso a me, quale a te gli dei, o Leuconoe,
né tentare la cabala babilonese. Come sarà meglio sopportare quel che sarà,
sia che Giove ci abbia dato molti inverni, sia che ci abbia concesso come ultimo
questo che ora affatica il mare Tirreno tra le opposte scogliere.
Sii saggia, spilla vino e, data la brevità della vita,
rescindi la tua lunga speranza. Mentre parliamo, è già fuggito il tempo
invidioso: cogli l’oggi, fidandoti il meno possibile del futuro


POESIA RECITATA

DIALOGO

dialogus

GRAMMATICA
ars grammatica

ESERCIZI
exercitationes

MOTTO DELLA
LEZIONE

dictum scholae

SOLUZIONI
solutiones

POESIA
carmen

COSTUMI ROMANI
mores romani

NON PLUS ULTRA
non plus ultra


webmaster/dominus retis: Michele Pelillo mikpel@libero.it